Domande frequenti (FAQ) sulle asciugatrici

Chiaramente l’utilizzo quotidiano dell’asciugatrice fa insorgere in noi molte domande sul suo funzionamento e non solo…

Qui di seguito abbiamo elencato una guida con le domande più frequenti per risolvere tutti i dubbi in questione e per rispondere ai vari quesiti.

Quanto costa un’asciugatrice?

Il costo di un’asciugatrice dipende dalle sue caratteristiche tecniche, si va dai modelli più economici a quelli che possono costare alcune centinaia di euro, perché più accessoriati e tecnologici. Bisogna fare una distinzione alla base, esistono quattro tipologie di asciugatrici: elettrica, a condensazione, a gas e a pompa di calore. Quelle elettriche sono le più economiche, e partono da circa 40 euro. Le asciugatrici a condensazione, che appartengono a una classe energetica B sono invece più care e partono da circa 200 euro.
I modelli a pompa di calore sono meno costosi da mantenere ma hanno un prezzo di acquisto maggiore, la spesa si aggira intorno ai 500 euro. La loro classe energetica di riferimento va da A a A+++. Infine, le asciugatrici a gas, molto meno diffuse, hanno costi simili a quelle a pompa di calore e funzionano come delle vere e proprie caldaie. Anche qui come costo d’acquisto siamo intorno ai 500/600 euro.

Quanto consuma un’asciugatrice e qual è il suo impatto sulla bolletta mensile?

La spesa mensile di un’asciugatrice dipende da tanti fattori, in primis la sua frequenza di utilizzo. Bisogna poi tenere in considerazione la capacità di carico dell’elettrodomestico e il costo dell’energia elettrica che varia da fornitore a fornitore. Il consumo annuo si aggira intorno ai 100 euro.
Le asciugatrici a condensazioni hanno un costo medio di 95 euro all’anno con circa 7Kg di carico. Quelle a pompa di calore costano decisamente meno, con un costo medio annuo che si aggira intorno ai 30 euro.

Quale modello di asciugatrice è meglio scegliere tra condensazione e ventilato?

La differenza tra un’asciugatrice ventilata e una a condensazione sta nel modo in cui smaltiscono l’umidità e l’acqua in eccesso. La prima espelle l’aria umida attraverso uno scarico messo in comunicazione con l’esterno della casa, la seconda invece raccoglie l’acqua in un’apposita vaschetta da svuotare quando ha raggiunto la capienza massima.
Le asciugatrici a condensazione sono più convenienti perché richiedono un costo minore in fase di installazione, in quanto non bisogna bucare il muro per creare il collegamento con l’esterno dell’abitazione.

Qual è il modello più conveniente disponibile sul mercato?

Al momento le asciugatrici più convenienti disponibili sul mercato sono quelle a pompa di calore, molto più efficienti rispetto alle altre sul piano energetico e di conseguenza più convenienti. L’unica nota negativa è che richiedono un tempo leggermente superiore per completare il ciclo di asciugatura.

Le asciugatrici smart sono un buon investimento?

Le asciugatrici smart, o anche dette intelligenti, sono modelli di ultima generazione con sensori di umidità che permettono di rilevare la condizione dei capi presenti nel cestello e arrestano il ciclo di asciugatura in automatico quando i vestiti sono asciutti.

L’asciugatrice può essere sistemata sopra la lavatrice?

Sì, i due elettrodomestici possono essere posizionati uno sopra l’altro ma c’è bisogno degli appositi divisori(vedi il nostro articolo sui mobili per asciugatrice). Se lavatrice e asciugatrice appartengono allo stesso produttore, non sarà difficile reperirli, altrimenti esistono appositi mobili che si sviluppano in altezza in cui è possibile sistemarle. Sconsigliato appoggiare l’asciugatrice direttamente sopra la lavatrice poiché entrambe quando sono in funzione producono forti vibrazioni che potrebbero causare danni.

Si può tenere l’asciugatrice in garage o cantina?

Sì, un’asciugatrice può essere sistemata in garage, a patto che sia presente una presa elettrica a cui collegarla. I modelli che si prestano meglio a questa soluzione sono quello a pompa di calore e quello a condensazione, più semplici da installare. Le asciugatrici a pompa di calore devono però avere lo spazio necessario intorno a sé e stare in uno spazio ventilato, poiché quando sono in funzione raggiungono temperature molto elevate. Bisognerebbe evitare, in ogni caso, ambienti troppo caldi o troppo freddi, per evitare che l’elettrodomestico lavori in condizioni non ottimali.

Che accessori servono per l’installazione di un’asciugatrice?

Un’asciugatrice solitamente non necessita di nessun accessorio per l’installazione, se non di una presa elettrica. L’unico modello che richiede più attenzione è quello ventilato che richiede un tubo di scarico collegato con l’esterno. Si tratta però di asciugature ormai superate e poco diffuse.

Quali sono le marche migliori di asciugatrici?

L’offerta sul mercato è davvero ampia e quasi tutti i grandi brand tecnologici hanno prodotto la propria linea di asciugatrici. Le marche italiane risultano essere le più attente al risparmio immediato mentre quelle tedesche sono all’avanguardia nel settore elettrodomestico. Tra le migliori marche di asciugatrici si possono citare: Ariston, Candy, Regis, Electrolux, Smeg, Ignis, Rex, Siemens, Bosch e Beko. Sul mercato sono presenti anche diversi marchi americani all’avanguardia, come Whirpool, Hoover e Hotpoint e asiatici come LG e Samsung.

Dove comprare una buona asciugatrice?

Si può comprare un’ottima asciugatrice sia nei negozi di grande distribuzione presenti praticamente ovunque, che online. L’importante, quando si fa un acquisto di questo genere, è valutare bene le proprie esigenze per comprare in maniera intelligente.

Che asciugatrice scegliere se si hanno problemi di spazio?

Non sempre in un appartamento c’è spazio abbastanza per ospitare un’asciugatrice, ma negli ultimi anni non mancano le soluzioni ad hoc, anche per chi ha poco spazio a disposizione. La prima alternativa sono le asciugatrici slim, che arrivano a misurare anche meno di 50 centimetri in profondità. Un’altra soluzione ottimale è quella di posizionare l’elettrodomestico in colonna sopra la lavatrice, se c’è questa possibilità. Infine, ci sono l’asciugatrice con carico dall’alto o quella a parete, che resta sospesa e non occupa spazio a terra. Unica nota dolente di quest’ultima è il carico ridotto, che arriva a massimo 5 Kg.

Perché usare l’asciugatrice è più ecologico che stendere i panni all’aria?

Sono tanti i vantaggi per cui conviene convertirsi all’uso dell’asciugatrice, a discapito dello stendere all’aria. Per prima cosa, usare questo elettrodomestico permette di risparmiare tempo, che spesso nelle nostre vite frenetiche non abbiamo. Inoltre, non potendo controllare le condizioni metereologiche, se piove è necessario stendere in casa e questa non è la scelta più salutare. I panni bagnati che asciugano in un ambiente dove sono presenti stufe o termosifoni possono dare origine a muffe o spore. Allo stesso tempo, stendere all’aperto espone i nostri abiti all’inquinamento, utilizzare l’asciugatrice invece garantisce la completa eliminazione di polveri sottili e allergeni dai capi.

Quali sono le dimensioni standard di un’asciugatrice?

I modelli standard di asciugatrici misurano solitamente 80 cm in altezza e in larghezza e 60 cm in profondità. Solitamente le dimensioni sono le stesse di una lavatrice, così come lo spazio occupato. Il peso, invece, si aggira intorno ai 60 Kg. Questi due elettrodomestici, essendo studiati per essere utilizzati insieme, seguono spesso le stesse linee estetiche, per armonizzarsi perfettamente nell’ambiente in cui vengono posizionate.

Come prevenire guasti, malfunzionamenti o incidenti?

La prima regola da seguire è quella di staccare la spina dalla presa quando l’asciugatrice non è in uso. Se capita di dover togliere i capi dall’elettrodomestico prima che questo abbia terminato il ciclo di asciugatura, assicurarsi di spostare il cursore su off. Se si hanno animali domestici meglio optare per un modello con oblò che si apre anche dall’interno, in questo modo riesce ad uscire e non rimane intrappolato. In presenza di bambini piccoli meglio optare per un modello provvisto di chiusura di sicurezza.
 
Per evitare malfunzionamento o che i capi si rovinino è bene adottare alcuni accorgimenti:
●     Separare gli abiti prima di iniziare il ciclo di asciugatura, in modo che capi di materiali simili si asciughino con gli stessi tempi.
●     I capi andrebbero stesi leggermente prima di essere messi nell’asciugatrice, per ridurre i tempi di lavoro dell’elettrodomestico ed evitare che escano dalla macchina tutti stropicciati.
●     Piumini, maglioni di lana e coperte molto ingombranti non andrebbero inseriti in asciugatrice.
●     Controllare sempre le etichette prima di mettere i capi nell’asciugatrice, alcuni tessuti vanno stesi all’aperto.

Come fare manutenzione all’asciugatrice?

L’asciugatrice contiene dei pezzi che richiedono una manutenzione periodica. Uno di questi è il filtro per la lanugine che andrebbe pulito alla fine di ogni ciclo di asciugatura, in modo da non andare ad ostacolare il flusso d’aria. Anche il cestello va pulito periodicamente con un semplice panno umido. Nelle asciugatrici a pompa di calore, invece, c’è anche uno scambiatore(vedi come pulire lo scambiatore della asciugatrice) di calore che va pulito 5 volte l’anno. I modelli più recenti presentano delle spie che si accendono in caso di problemi e malfunzionamenti.

Quali capi di abbigliamento non possono essere inseriti nell’asciugatrice?

Spesso si tende a buttare dentro il cestello dell’asciugatrice tutto ciò che esce dalla lavatrice, ma alcuni tessuti non reggono bene il calore a quelle temperature. Ecco i capi che non andrebbero mai messi dentro l’asciugatrice:
●     Collant: un tessuto troppo delicato che rischia di rompersi e sfaldarsi in asciugatrice
●     Reggiseni: il calore ad alte temperature rischia di rovinare la forma del capo e di piegare il ferretto contenuto al suo interno
●     Costumi da bagno: lo spandex, soprattutto, non va mai messo in asciugatrice perché potrebbe rovinarsi
●     Tappetini che contengono gomma: con il calore questo materiale tende a sciogliersi
●     Capi che contengono pailettes, perline e strass: questi elementi potrebbero staccarsi e rovinarsi
●     Scarpe: si scollano con il calore
●     Maglie di lana: tendono a restringersi

Come si leggono le etichette dei vestiti in merito all’asciugatrice?

Sono quattro i simboli da conoscere quando si cerca di leggere l’etichetta dei capi da mettere nell’asciugatrice:
 simboli asciugatrice
●     Il quadrato con il cerchio vuoto significa che il capo può essere messo nell’asciugatrice
●     Il quadrato con il puntino nel cerchio indica che può essere utilizzata l’asciugatrice ma a basso calore
●     Il quadrato con due puntini nel cerchio indica che può essere utilizzato un alto livello di calore
●     Il quadrato con il cerchio e la X significa che il capo non può essere messo in asciugatrice

Che temperatura raggiunge l’asciugatrice?

Solitamente, un’asciugatrice raggiunge una temperatura di 80° centigradi, ma oltre a questo va considerata la temperatura che raggiunge anche l’ambiente circostante.

Quali sono i migliori consigli per asciugare bene il bucato?

I capi vanno divisi per tipologia di tessuto, in modo che i vestiti simili siano asciugati insieme e si riducono i tempi di lavoro dell’elettrodomestico, ed è necessario stenderli appena usciti dalla lavatrice, in modo che non si infeltriscano. Bisognerebbe evitare di asciugare elementi troppo grandi che non permetterebbero all’aria calda di circolare. Il filtro va pulito dopo ogni ciclo di asciugatura.

Come restringere un capo troppo largo con l’asciugatrice?

Se si hanno dei capi troppo larghi, soprattutto jeans e pantaloni, si può provare a farli restringere asciugandoli ad alte temperature, selezionando un programma standard. Alla fine del ciclo di lavoro lasciare i capi nel cestello fino a quando non sono completamente asciutti.

Come pulire e fare manutenzione all’asciugatrice?

Per mantenere l’asciugatrice sempre pulita ed efficiente e fare una corretta manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, occorre seguire questi semplici consigli:
●     Pulire periodicamente il sensore: circa ogni due mesi con un detergente specifico o con dell’aceto bianco.
●     Pulire il filtro con la lanugine: questo andrebbe fatto dopo ogni ciclo di asciugatura.
●     Pulire lo scambiatore di calore: basta farlo passare periodicamente sotto un po’ di acqua corrente. Solitamente questo marchingegno è situato sotto il cestello.
●     Svuotare la vaschetta di raccolta dell’acqua dopo ogni ciclo di asciugatura.

Dove si trova il numero di modello dell’asciugatrice?

Il numero di modello, detto anche MOD, si trova in punti diversi a seconda dell’asciugatrice, ma generalmente è o ai lati dell’elettrodomestico, o sul pannello posteriore, dentro o sopra l’oblò, oppure sul corpo della macchina. Sul manuale di istruzioni è comunque riportata la posizione del numero sull’asciugatrice.

Cosa fare se l’asciugatrice non si riscalda come dovrebbe?

Prima di chiamare un tecnico è meglio accertarsi che tutto sia stato installato correttamente. La prima cosa da fare è pulire i sensori, il filtro e lo scambiatore di calore. Se l’asciugatrice è ventilata occorre verificare che il tubo di scarico non sia intasato. Potrebbe anche essere un problema di cestello troppo pieno, che non permette il corretto ricircolo dell’aria. Se tutti questi piccoli accorgimenti non risolvono il problema allora conviene chiamare l’assistenza.

Perché quando accendo l’asciugatrice salta la corrente?

La corrente salta se l’interruttore va in sovraccarico, ovvero se ci sono altri elettrodomestici, come forno, lavastoviglie o phon accesi, o se scatta il sistema di sicurezza della macchina. Va subito controllato che tutti i filtri siano puliti e che non ci sia ristagno d’acqua nel cestello. Prima di pulirlo, ricordate di staccare la spina dalla presa.

Cosa fare se il cestello dell’asciugatrice non gira correttamente?

La prima cosa da fare è controllare la cinghia dell’asciugatrice, che deve essere della giusta lunghezza e ben agganciata. Bisogna fare sempre molta attenzione al rumore della macchina mentre lavora, se sentite qualcosa di strano meglio chiamare l’assistenza.
Se il problema è di tipo meccanico solitamente le luci sul display si accendono ma l’elettrodomestico non gira.

Come risparmiare?

Il risparmio comincia nel momento dell’acquisto, meglio scegliere un modello con alta efficienza energetica, che significa un notevole risparmio sulla bolletta a fine mese. La macchina va sempre riempita correttamente, se la si carica troppo si rischiano malfunzionamenti che ne comprometterebbero la funzionalità.
Va bene utilizzare l’asciugatrice ma non abusarne, così come non ci si dovrebbe solo affidare ai programmi pre-impostati.
In alcune fasce orarie, di solito accordate con il fornitore di energia, utilizzare gli elettrodomestici costa meno. Infine, è consigliato utilizzare in maniera combinata lavatrice e asciugatrice.

Fogli antistatici e palline permettono di ottenere un risultato migliore?

Le palline da inserire nell’asciugatrice servono a far asciugare i capi più velocemente, mentre i fogli servono a non far infeltrire gli abiti.

Meglio un’asciugatrice o una lavasciuga?

Un’asciugatrice è sempre meglio di un modello due-in-uno che non è specializzato in nulla. Inoltre, queste macchine tuttofare richiedono maggiore manutenzione e contengono meno capi rispetto a un’asciugatrice standard.

Quali sono le asciugatrici in offerta?

Di seguito abbiamo riportato le migliori offerte di oggi con il miglior rapporto tra qualità e prezzo.

Clicca sul prodotto scelto per vedere le sue caratteristiche ed comprarlo al miglior prezzo.

Dai un’occhiata anche alla nostra classifica con le migliori asciugatrici.

KLARSTEIN Jet Set 2500 - Asciugatrice a Evacuazione, Carico Frontale, 850 W, Posizionamento Libero/Incasso, Classe C, 2,5 kg, Elemento PTC,...

271,99 334,99
disponibile

Hisense DHGE901 Asciugatrice a Pompa di Calore, 9kg, Bianca, A++

364,04
disponibile

Candy Smart Pro CSOE H8A2DE-S Asciugatrice a Pompa di Calore, 8 kg, Carica Frontale, Programma Stiro Facile, Connettività NFC, Libera...

370,85
disponibile

Candy Smart Pro CSOE H9A2DE-S Asciugatrice a Pompa di Calore, 9 kg, Carica Frontale, Programma Stiro Facile, Connettività NFC, Libera...

399,00 599,99
disponibile

BEKO Asciugatrice Slim DRXS712W Young, 7 Kg Classe A+ Pompa di calore

448,90 549,99
disponibile

Beko DX82NW Asciugatrice Standard a Pompa di Calore, 8 kg, Bianco

459,99
disponibile
499,00 560,00
disponibile

Electrolux EW9H393W Asciugatrice PerfectCare 900, Pompa di calore 9 kg A+++

551,78
disponibile

Hotpoint NT M11 8X3E IT asciugatrice a pompa di calore a libera instalazione, 8 kg [Classe di efficienza energetica A+++]

595,18
non disponibile

LG RH90V9AVHN Asciugatrice Smart a Carica Frontale 9 Kg, Classe A+++, Condensazione con Pompa di Calore, Wi-Fi con SmartThinQ, Eco...

634,90 1.199,00
disponibile

Samsung Elettrodomestici DV90TA040AH/ET Asciugatrice Crystal EcoDry, Front Load, 9 kg, Bianco, Oblò Nero

646,06 749,00
disponibile

Candy Smart CSO H9A2DE-S, Asciugatrice a Pompa di Calore, 9 Kg, Wi-Fi + Bluetooth, Libera Installazione, 60x60x85 cm, Bianco

654,00
disponibile

Electrolux Asciugatrice EW8H282S, 8Kg A++, pompa di calore, DelicateCare, tecnologia sostenibile

707,00
disponibile

AEG T8DBE851, ASCIUGATRICE SERIE 8000 ABSOLUTECARE CON POMPA DI CALORE, 8 KG A+++

854,39 899,00
disponibile

Electrolux Asciugatrice EDH4284TOW, 8Kg A++, pompa di calore, SimpliCare, tecnologia sostenibile

non disponibile

LG RH80M2AV6R Asciugatrice a Carica Frontale 8 Kg con Pompa di Calore, Classe A++, Rimuove le Pieghe, Asciugatura Ottimale, 60...

non disponibile

Candy CSO C10DG-S Asciugatrice a condensazione, 10 kg, Colore Bianco [Classe di efficienza energetica B]

non disponibile

CANDY CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco

non disponibile

Electrolux EW7HL83W5 Asciugatrice Perfect Care 700, con Display LED, 8 Kg, 67 dB, Bianco

non disponibile
L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:24 Giugno 2024 8:09
migliorasciugatrice.com
Logo