Asciugatrice senza scarico: tutto quello che c’è da sapere

Asciugatrice senza scarico: ecco cosa sapere

Quando ci si appresta ad acquistare una asciugatrice, sono molti i requisiti che vanno valutati perché il suo utilizzo sia il più pratico possibile e si adatti alle nostre esigenze.

Uno degli aspetti da considerare prima di dotarsi di una asciugatrice è il luogo in cui la si vuole collocare. Per far questo, è necessario tener conto anche del funzionamento e dell’installazione che richiedono i diversi modelli che vengono commercializzati.

In generale, il posizionamento in casa dell’asciugatrice – sia essa di dimensioni standard o una asciugatrice slim – è più agevole di quello della lavatrice, in quanto questi apparecchi non hanno le stesse esigenze di installazione che hanno le lavatrici, per le quali è sempre necessario predisporre un tubo di scarico dell’acqua. Il posizionamento di una lavatrice è quindi legato al luogo in cui poter procedere a un allaccio all’impianto.

Una delle domande che ci si pone quando ci si appresta ad acquistare una asciugabiancheria è: l’asciugatrice ha bisogno dello scarico?

Sapere se è necessario prevedere uno scarico dove far confluire l’acqua prodotta dall’asciugatura per farla uscire dall’apparecchio o sapere se l’acqua estratta dai capi da asciugare viene convogliata in un serbatoio di raccolta fa la sua bella differenza.

Nel primo caso infatti (e ciò riguarda in particolar modo le asciugatrici a espulsione, in cui l’aria umida viene espulsa all’esterno sotto forma di vapore), sarà necessario predisporre degli attacchi per collegare l’asciugatrice all’impianto, mentre nel secondo caso questo non è necessario, in quanto è prevista una vaschetta (collocata all’interno dell’apparecchio, simile al vano in cui viene messo il detersivo nella lavatrice, o collocata nella parte inferiore dell’asciugatrice) che viene semplicemente svuotata dopo ogni ciclo di asciugatura.

Ovviamente ciò influisce sul luogo in cui posizionare l’asciugatrice e quindi ottimizzare gli spazi in casa, visto che non essendoci uno scarico diretto essa potrà essere collocata ovunque si voglia.

Nel caso in cui l’acqua venga raccolta in un apposito contenitore, essa potrà essere recuperata e riutilizzata per altri scopi, come per innaffiare le piante, lavare i pavimenti oppure per riempire il ferro da stiro.

Vediamo nello specifico quali sono le esigenze di installazione e di scarico delle asciugatrici.

È necessario uno scarico per le asciugatrici?

Innanzitutto è necessario precisare che le asciugatrici domestiche che oggi vengono prodotte sono soprattutto a pompa di calore. Le asciugatrici che utilizzano questa tecnologia, infatti, presentano delle caratteristiche migliori rispetto all’efficienza energetica.

Per chi vuole dotarsi di una asciugatrice è bene informarsi prima dell’acquisto se per il modello che si desidera acquistare sia necessario predisporre i collegamenti necessari per uno scarico esterno.

Le asciugatrici a condensazione (che sono le più indicate per essere collocate in locali poco aerati, in quanto non producono vapore e non saturano gli ambienti di umidità) sono dotate di una vaschetta di raccolta dell’acqua, che va svuotata manualmente dopo ogni asciugatura. In pratica il vapore accumulato dall’asciugatura si trasforma in acqua.

Sistema raccolta acqua Candy easy case

In ogni caso, è sempre bene accertarsi prima del loro acquisto del loro funzionamento, in quanto se fosse necessario utilizzare un tubo di scarico tramite il quale l’acqua raccolta viene espulsa, sarebbe necessario prevedere degli attacchi appositi e posizionarla in punti precisi della casa.

Nel caso in cui l’acqua venga semplicemente raccolta in una vaschetta, tutto ciò che bisogna considerare per il luogo in cui collocare il nostro elettrodomestico è solo la vicinanza a una presa di corrente a cui collegarlo.

Lo scarico delle asciugatrici a pompa di calore

Come dicevamo, le asciugatrici a pompa di calore sono la tipologia di asciugatrici oggi più vendute per le loro ottime caratteristiche.

La loro tecnologia avanzata, infatti, offre ottime prestazioni, le rende poco rumorose e ottimizza i consumi energetici, facendole collocare nelle classi energetiche più alte, con conseguenti minor consumi che incidono con minor impatto sull’ambiente e sui costi in bolletta.

Tra le loro caratteristiche di praticità, anche la loro installazione. Le asciugatrici a pompa di calore prevedono infatti sia una raccolta dell’acqua con un’apposita vaschetta, sia con un tubo per lo scarico dell’acqua che viene in genere fornito assieme all’apparecchio al momento dell’acquisto.

Ciò significa che si può optare per la soluzione che si ritiene più opportuna per le proprie esigenze. Nel caso in cui si volesse utilizzare il tubo di scarico, allora si dovrà pensare di posizionarla innanzitutto accostata al muro e in un luogo in cui si può far confluire l’acqua nello scarico, o tramite un collegamento apposito oppure nella vasca da bagno o in un lavandino.

Se si utilizza la vaschetta di raccolta, questa potrà invece essere svuotata manualmente in modo molto facile dopo ogni asciugatura.

Da considerare che i modelli più avanzati di asciugatrice prevedono anche una spia luminosa che segnala quando la vaschetta di raccolta deve essere svuotata.

In questo caso, l’unico accorgimento necessario è la presenza nelle vicinanze di una presa elettrica a cui collegare l’apparecchio tramite il filo della corrente di cui è dotata, che in genere ha una lunghezza tra i 1,5 m e i 2 m.

Si tratta in effetti della soluzione che offre maggiore praticità, anche perché non obbliga a dover collocare la nostra asciugatrice in un luogo specifico per poter operare lo scarico esterno dell’acqua. La si potrà quindi posizionare dove più fa comodo, all’interno come all’esterno dell’abitazione, in uno stanzino di sgombero come in terrazzo, in un antibagno come su una veranda.

Inoltre, se si preferisce, si può comodamente sistemare la nostra asciugatrice anche sopra la lavatrice(dai un’occhiata al nostro articolo: mobile per asciugatrice), in modo da creare una pratica “colonna bucato”, che può rappresentare la soluzione ideale per chi ha poco spazio in casa e vuol ottimizzare gli ingombri di entrambi gli elettrodomestici.

Migliori asciugatrici senza scarico

  • Product
  • Features
  • Photos

LG RH80M2AV6R Asciugatrice a Carica Frontale 8 Kg con Pompa di Calore,...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
  • Product
  • Features
  • Photos

Beko - DRX722W - Asciugatrice - 7kg A++ - pompa di calore...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
  • Product
  • Features
  • Photos

Candy Smart Pro CSOE H9A2DE-S Asciugatrice a Pompa di Calore, 9 kg,...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
415,00 599,99
  • Product
  • Features
  • Photos

Candy Smart CSO H9A2DE-S, Asciugatrice a Pompa di Calore, 9 Kg, Wi-Fi...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
  • Product
  • Features
  • Photos

Candy Smart Pro CSOE H8A2DE-S Asciugatrice a Pompa di Calore, 8 kg,...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
369,00 390,15
  • Product
  • Features
  • Photos

BEKO Asciugatrice Slim DRXS712W Young, 7 Kg Classe A+ Pompa di calore

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
395,00 629,00
  • Product
  • Features
  • Photos

Candy Smart CSO H8A2DE-S, Asciugatrice a Pompa di Calore, 8 Kg, Wi-Fi...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
  • Product
  • Features
  • Photos

LG RH80V9AVHN Asciugatrice Smart a Carica Frontale 8 Kg, Classe A+++, Condensazione...

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
  • Product
  • Features
  • Photos

Electrolux EW9H393W Asciugatrice PerfectCare 900, Pompa di calore 9 kg A+++

L'ultimo aggiornamento è avvenuto il:1 Marzo 2024 5:31
Pamela Ruggeri
Pamela Ruggeri

Ciao a tutti sono Pamela classe '85 e da diversi anni mi appassiona il mondo delle asciugatrici e con piacere testo e recensisco nuovi prodotti e al tempo stesso non uso più lo stendino ;)

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un messaggio

migliorasciugatrice.com
Logo