Come asciugare piumini e piumoni nell’asciugatrice

Consigli su come asciugare piumini e piumoni grazie all’asciugatrice

Piumini e piumoni sono capi che non vengono lavati troppo spesso e di cui di solito ci occupiamo stagionalmente, ma è sempre bene ricordare che sono capi delicati e quindi sottoporli troppo spesso a lavaggio e asciugatura può danneggiare le piume, può rovinarne i tessuti e far loro perdere le loro caratteristiche e quindi dar loro una vita più breve.

In ogni caso, la buona notizia è che l’asciugatura di piumini e piumoni con asciugatrice si può fare senza problemi e anzi è il modo migliore per ottenere la loro asciugatura ottimale senza danneggiarli e farli durare più a lungo.

In genere oggi i modelli più nuovi di asciugatrice sono dotati di programmi specifici per piumini e piumoni, siano essi giacche, giacconi o coperte imbottite, e prevedono quindi le funzioni più adatte per trattare con delicatezza ma con la adeguata asciugatura anche questo tipo di bucato. In ogni caso, è possibile trattarli in modo efficace anche con altri programmi previsti dalle asciugatrici, assicurando loro la dovuta cura.

La migliore asciugatura per i piumini e i piumoni

Anche se si tratta di capi delicati, visto che sono imbottiti di piume, e che talvolta si è refrattari a utilizzare l’asciugatrice per i capi che hanno queste qualità, piumini e piumoni beneficiano in modo particolare di un’asciugatura con asciugatrice rispetto a quella che si può fare sullo stendibiancheria.

L’asciugatura di piumoni e piumini sullo stendibiancheria, infatti, presenta alcune controindicazioni, soprattutto se effettuata vicino ai termosifoni, a una stufa o a un’altra fonte di calore, in quanto ciò rovina molto i capi e soprattutto non fa loro riprendere il loro naturale aspetto.

Quando vengono lavati, piumini e piumoni presentano un aspetto informe, dato dalle piume bagnate che vanno ad ammucchiarsi in alcuni punti e non in altri all’interno del capo. Se le piume si asciugano in modo adeguato e uniforme, essi riacquisteranno tutta la loro forma originaria e il capo si presenterà al meglio. Usando lo stendibiancheria, le piume bagnate e non svolazzanti andranno inevitabilmente ad ammucchiarsi, non consentendo al capo di riacquistare, una volta asciutto, la sua forma naturale. Il risultato comunque non sarà mai perfetto e anche i tessuti potrebbero rovinarsi.

Lo stendibiancheria può inoltre lasciare delle antiestetiche pieghe sul tessuto e la stoffa potrebbe danneggiarsi. Allo stesso modo, andrebbe evitato l’uso di mollette, che lasciano comunque dei segni antiestetici, anche se nei punti più nascosti.

L’asciugatura all’aria di capi di questo tipo è molto lunga e richiede tempo, di solito anche diversi giorni. Per cercare di limitare l’accumulo di piume in alcuni punti anziché in altri mentre il capo si sta asciugando all’aria, sarà inoltre necessario sbatterlo e smuoverlo molte volte con le mani, per far sì che la disposizione delle piume al suo interno possa riacquistare più omogeneità possibile.

Tutti questi inconvenienti e perdite di tempo possono essere evitati con l’utilizzo dell’asciugatrice.

Quale asciugatrice utilizzare per asciugare i piumini e i piumoni

Ovviamente il modo più efficace di asciugare piumini e piumoni è utilizzare le funzioni apposite previste nelle asciugatrici. Nel caso il modello che abbiamo non le prevedesse, è comunque possibile asciugarli in modo altrettanto efficace con altri programmi, seguendo semplicemente alcune accortezze di cui daremo le specifiche in seguito.

In ogni caso, se si prevede di utilizzare la propria asciugatrice anche per trattare questo tipo di capi, è sempre bene, in fase di acquisto, controllare se essa sia provvista della funzione specifica per piumini e piumoni e che abbia comunque la possibilità di un carico elevato, soprattutto se si pensa di utilizzarla per piumoni matrimoniali. In questo caso è infatti necessario che non sia indicata per un carico minore di 8 kg.


Potrebbero interessarti anche:


Alcuni accorgimenti prima di asciugare un piumino o un piumone con l’asciugatrice

Una buona pratica che è necessario acquisire quando si inizia a utilizzare una asciugatrice, è leggere con accortezza le etichette dei produttori applicate sui capi e che indicano anche le modalità di asciugatura perché il capo non si rovini e duri a lungo.

Per quanto riguarda piumini e piumoni, talvolta si presenta il dubbio se è possibile asciugarli in asciugatrice anche se viene indicato con l’apposito simbolo “no asciugatrice”.

Altresì è bene controllare le indicazioni dell’etichetta fermata sul capo anche per vedere se vengono fornite indicazioni per quanto riguarda la temperatura ottimale da utilizzare nel caso in cui per essi sia prevista l’asciugatura con asciugatrice.

È comunque da considerare che, anche se non è consigliata l’asciugatura in asciugatrice, molti capi possono comunque venir trattati ugualmente senza alcun problema con questo sistema di asciugatura, solo se però si utilizzano programmi delicati e non aggressivi come quelli specifici per lana o sintetici.

In generale, quindi, possiamo asciugare in asciugatrice e senza problemi tutti i piumini e i piumoni.

Prima di infilare un piumino o un piumone nel cestello dell’asciugatrice, è bene tener conto di alcuni elementi, primo fra tutti il carico.

L’asciugatrice, infatti, non va caricata troppo e non andranno inseriti altri capi oltre al piumone o il piumino che vogliamo asciugare. Solo se si hanno capi di taglia particolarmente piccola (per esempio giacche imbottite da bambino) se ne possono caricare due o al massimo tre per volta.

È infatti necessario considerare che per esempio una coperta imbottita o un giaccone di taglia grande prenderà molto spazio una volta che l’asciugatrice sarà in funzione, in quanto si gonfierà e avrà bisogno di spazio nel cestello perché l’aria arrivi in ogni suo punto e l’asciugatura risulti quindi ottimale. Ciò è necessario perché le piume, durante l’asciugatura, possano essere ben arieggiate. Per questo è necessario, come dicevamo in precedenza, che si tratti di una asciugatrice che prevede un buon carico.

Altro accorgimento che riteniamo importante, soprattutto nel caso di giacconi e giacche invernali imbottite, è chiudere la cerniera o abbottonare il capo e rovesciarlo prima di inserirlo nell’asciugatrice. In questo modo si asciugherà con maggiore facilità, in quanto l’interno ha una fodera più sottile che permette all’aria di passare con più facilità. Cerniera e bottoni, inoltre, faranno meno rumore durante la fase di asciugatura e si eviterà che si possano rovinare.

Alcuni consigli e accorgimenti per asciugare in modo ottimale piumini e piumoni con l’asciugatrice

Un modo utile per far sì che le piume all’interno di piumini e piumoni siano ben mosse in fase di asciugatura è quello di inserire nel cestello insieme al capo delle apposite palline di lana.

Esse non solo consentono tempi di asciugatura ridotti, ma nel caso di capi imbottiti agiscono come ammorbidenti naturali, in quanto il loro movimento all’interno del cestello agisce sulle piume, smuovendole e facendole disporre in modo ottimale in tutte le zone interne del capo.

Ciò che sconsigliamo vivamente è invece l’utilizzo di palline da tennis da inserirsi nel cestello con capi imbottiti, un metodo che spesso viene erroneamente suggerito sia per il lavaggio in lavatrice sia per l’asciugatura in asciugatrice per far disporre le piume in modo più omogeneo.

Utilizzare palline da tennis è troppo aggressivo per i capi e inoltre il loro movimento e la loro pesantezza può danneggiare il cestello di lavatrice e asciugatrice quando sono in funzione.

Altro consiglio che vogliamo darvi per far arieggiare e distanziare meglio le piume all’interno del capo, soprattutto se vogliamo asciugare un piumone e in particolar modo se matrimoniale, è quello di fermare l’asciugatrice più volte durante il ciclo di asciugatura, svuotare dall’acqua il contenitore raccoglitore – se l’asciugatrice ne è dotata – tirare fuori il capo dal cestello e agire con le mani, sbattendo e sprimacciando il piumino o il piumone più volte prima di rimetterlo all’interno dell’asciugatrice e far ripartire il programma.

Ovviamente più volte si compie questa operazione, più il risultato sarà soddisfacente. È vero che ciò comporta programmarsi del tempo a disposizione per occuparsi in modo adeguato dell’asciugatura, ma è anche da considerare che si tratta pur sempre di un’operazione che si fa di rado, soprattutto a primavera, e quindi il consiglio è comunque di “perderci” un po’ di tempo per avere i migliori risultati e donare lunga vita ai nostri piumini e piumoni.

Cosa fare dopo l’asciugatura di piumini e piumoni con l’asciugatrice

Finito il ciclo di asciugatura e tirato fuori dall’asciugatrice il piumino o il piumone, questo andrà fatto arieggiare un po’ prima di riporlo nell’armadio.

Ricordiamo che togliere i capi dall’asciugatrice appena concluso il programma è sempre una buona pratica. Il rischio infatti, se li si lascia troppo a lungo ammassati nel cestello, è che i tessuti si rovinino e prendano delle pieghe e grinze poi difficili da stendere.

Una volta asciutti, piumini e piumoni potranno essere lasciati aperti e ben distesi su un letto o su un’altra superficie ampia per almeno un’ora, in modo che si raffreddino, si arieggino e il tessuto si distenda completamente.

Pamela Ruggeri
Pamela Ruggeri

Ciao a tutti sono Pamela classe '85 e da diversi anni mi appassiona il mondo delle asciugatrici e con piacere testo e recensisco nuovi prodotti e al tempo stesso non uso più lo stendino ;)

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un messaggio

migliorasciugatrice.com
Logo