Come usare l’asciugatrice per non stirare

Consigli e suggerimenti per usare l’asciugatrice per non stirare

Stirare è una delle incombenze domestiche tra le meno gradite a molte persone, tra quelle che si vorrebbero fare solo saltuariamente e sbrigandole in fretta.

Chi non ama stirare, spesso si ritrova con mucchi di panni stropicciati un po’ dappertutto, con il rischio di non poter magari indossare proprio quell’abito perché deve ancora essere stirato e che sarebbe stato perfetto per quella specifica occasione…

Stirare prende tempo, pesa sulla bolletta elettrica e sull’ambiente, e, anche, può risultare piuttosto pesante fisicamente, soprattutto se ci si sottopone a lunghe sessioni di stiratura. Senza pensare poi a quei capi davvero ostici, che fanno perdere tempo e che non risultano mai senza pieghe come si vorrebbe.

Eppure andare in giro con i vestiti spiegazzati non piace a nessuno…

Gli accorgimenti per poter stirare il meno possibile ci sono, sia per quanto riguarda le modalità di lavaggio sia per le fasi dell’asciugatura.

Innanzitutto è bene considerare che, se siamo proprio refrattari all’uso del ferro da stiro, è bene già in fase di acquisto dei nostri capi prestare attenzione che si tratti di tessuti che non necessitano di stiratura (camicie no-stiro, cotone elasticizzato, elastan, jersey…) oppure tessuti “naturalmente arricciati”, con effetto stropicciato, che appunto non ci obblighino a dover tirar fuori asse e ferro da stiro.

In ogni caso, se si ha una famiglia numerosa o si ha poco spazio per stendere il bucato e si rischia di non poterlo neanche appendere bene per non farlo spiegazzare, se si  vuole evitare di stirare gran parte del bucato, scegliere di usare una buona asciugatrice è un’ottima soluzione.

L’asciugatrice, infatti, se usata correttamente, mettendo in atto alcuni piccoli trucchi e accorgimenti e se si usano i programmi giusti, può essere di grande aiuto anche per stirare meno e avere il bucato sempre morbido e pronto all’uso.

Le funzioni che dovrebbe avere una asciugatrice per non dover stirare

La funzione antipiega oggi è presente in quasi tutte le asciugatrici di nuova generazione, in ogni caso, se ci interessa stirare il meno possibile e che il nostro bucato non venga rovinato da una asciugatura troppo aggressiva, è sempre meglio verificare prima dell’acquisto di una asciugatrice che quel dato modello ne sia provvista.

Grazie ad accorgimenti tecnologici e costruttivi, ci sono modelli di asciugatrice che aiutano in particolar modo a evitare di dover stirare la biancheria. Il movimento alternato del cestello e l’azione antipiega consentono infatti in molti casi di evitare proprio di stirare, o almeno di dimezzare i tempi di stiratura.

Con la funzione antipiega, i tessuti si distendono naturalmente e il più delle volte non è neanche necessario usare ammorbidenti.

D’altro canto, è anche da considerare che in genere la funzione antipiega in una asciugatrice consuma più energia, quindi, per ottimizzare i costi totali, è consigliato abbinarvi un ciclo di lavaggio in lavatrice di breve durata.


Potrebbero interessarti anche:


Alcuni consigli prima della fase di asciugatura

Seguendo alcuni semplici consigli pratici, è possibile utilizzare al meglio la propria asciugatrice domestica anche con l’intento di stirare il meno possibile.

Innanzitutto è bene sapere che integrando alcuni accorgimenti di lavaggio ad altri di asciugatura, è possibile evitare ancora di più di dover prendere in mano il ferro da stiro o comunque è più facile ottenere panni più lisci e privi di spiegazzature, più facili e veloci da stirare.

Non riempire troppo il cestello della lavatrice perché i capi si possano lavare e risciacquare bene, trattare il bucato con una giusta dose di ammorbidente ed evitare una centrifuga troppo energica, che rovina i capi e li fa uscire stropicciati dopo il lavaggio, sono semplici ma funzionali accorgimenti che, se precedono un utilizzo corretto dell’asciugatrice, daranno risultati ancora migliori.

Alcuni consigli e trucchi su come usare l’asciugatrice per non stirare

Ecco alcuni accorgimenti pratici sull’utilizzo dell’asciugatrice da tenere a mente se si vuol stirare di meno.

  • Dividere bene i capi da asciugare è già un ottimo modo per guadagnare tempo nelle operazioni di stiratura. Mettere insieme nel cestello capi che richiedono lo stesso tempo e la stessa temperatura di asciugatura, consente di avere un risultato migliore. È sempre meglio evitare carichi misti, ma nel caso si sia costretti a farli, è bene tirare fuori prima dalla asciugatrice tutti quei capi più leggeri che richiedono una asciugatura più veloce, in modo tale da non rischiare che si rovinino e che prendano brutte pieghe con una asciugatura troppo lunga.
  • È bene non riempire troppo il cestello della asciugatrice. Un carico eccessivo, infatti, fa ammassare la biancheria, l’aria calda dell’asciugatura non circola bene nel cestello e non raggiunge in modo uniforme tutte le parti di tessuto. Ciò non solo può danneggiare le fibre e a lungo andare rovinare i capi, ma anche creare cattivi odori e oltretutto obbligarci a doverla poi stirare perché uscirà particolarmente stropicciata dopo l’asciugatura.
  • È importante scegliere con cura i programmi. Questi non dovrebbero infatti effettuare una asciugatura con movimenti troppo energici, soprattutto per quanto riguarda capi più delicati. La scelta migliore è sempre quella di valutare la tipologia di tessuto che vogliamo asciugare e usare programmi adatti a essi. Come detto, la funzione antipiega, presente in pratica oggi in tutti i nuovi modelli, è l’ideale per chi desidera stirare meno, avere capi morbidi e subito pronti per essere sistemati nell’armadio o nei cassetti.
  • Per evitare che lenzuola, federe, strofinacci, capi in cotone pesante si stropiccino troppo, è bene non farli asciugare del tutto. Prelevandoli dall’asciugatrice leggermente umidi, allisciandoli subito con le mani e piegandoli, nella maggior parte dei casi si evita di doverli stirare. Il peso poi della pila farà sì che abbiano un aspetto senza pieghe ancora migliore.
  • Estrarre la biancheria dall’asciugatrice appena terminato il programma di asciugatura è essenziale per avere capi non sgualciti e che non devono necessariamente essere stirati. Lasciarli a lungo ammassati nel cestello, infatti, può lasciare delle pieghe che poi per essere mandate via hanno bisogno per forza di essere ben spianate con il ferro da stiro. Ciò implica di programmare bene i tempi dell’asciugatura, di modo che ci si possa subito dedicare a tirarli fuori una volta che sono asciutti. Anche se non si ha subito il tempo di piegare e riporre negli armadi i vari capi e si vuole lasciare per un secondo momento questa operazione, è comunque bene non ammassarli gli uni sugli altri appena estratti dall’asciugatrice, bensì scuoterli energicamente, metterli su di un piano rigido e allisciarli con le mani. In questo modo le fibre si distenderanno e non prenderanno altre pieghe e sgualciture indesiderate. Quando ci occuperemo della loro piegatura, saranno già più lisci e potrebbero non avere neanche bisogno di una passata di ferro.
  • Piegare bene i panni subito dopo averli tirati fuori dall’asciugatrice permette di dar loro subito una forma più liscia e di non creare piegature antiestetiche. Appena usciti dall’asciugatrice, i capi sono infatti ancora caldi ed è possibile facilmente “stirarli” con le mani nei minuti successivi. Ciò può fare proprio l’effetto di una e vera propria stiratura, soprattutto per quanto riguarda la biancheria, come asciugamani, canovacci, lenzuola, federe e tende. Impilare bene un capo sull’altro, inoltre, contribuisce grazie al peso a far stendere ulteriormente i tessuti e a non lasciare quelle grinze che non piacciono a nessuno.
  • Un “trucchetto” molto facile da potersi utilizzare per far sì che il bucato esca dall’asciugatrice più liscio e con un bell’aspetto (in particolar modo le camicie, che sono tra i capi di abbigliamento più difficili da stirare) è quello di inserire nel cestello dei cubetti di ghiaccio o un calzino o una pezzuola inumiditi. Basta scegliere un programma breve di asciugatura (10-15 minuti), alla massima velocità per i capi che lo permettono, dopo aver inserito nel cestello alcuni (3-4, a seconda del carico) cubetti di ghiaccio o, come dicevamo, un capo di piccola taglia umido. Il vapore che si genera mentre si scioglie il ghiaccio o con l’umidità dell’acqua che evapora fa sì che i tessuti risultino meno stropicciati quando escono dall’asciugatrice, in pratica già quasi stirati!
  • Per chi vuole ovviare l’inconveniente di avere panni troppo stropicciati quando escono dall’asciugatrice, c’è anche un altro sistema appositamente studiato: utilizzare apposite sfere asciugatrici o palline per asciugatrice, come quella che vi proponiamo qui. Si tratta di un sistema ecologico che fa circolare più liberamente l’aria nel cestello. Le sfere di asciugatura ammorbidiscono i tessuti, consentono di accelerare l’asciugatura, evitano di dover utilizzare l’ammorbidente e rendono i capi più lisci, con meno pieghe, e quindi in molti casi da potersi riporre nei cassetti e negli armadi senza bisogno di stirarli oppure stirarli con maggiore facilità.
Pamela Ruggeri
Pamela Ruggeri

Ciao a tutti sono Pamela classe '85 e da diversi anni mi appassiona il mondo delle asciugatrici e con piacere testo e recensisco nuovi prodotti e al tempo stesso non uso più lo stendino ;)

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un messaggio

migliorasciugatrice.com
Logo